Come impostare la tua prima campagna AdWords: 5 suggerimento alle imprese

Etichettato sotto adwords, pubblicità online, imprese Scritto da Redazione Comments:DISQUS_COMMENTS
Google Adwords: cos’è e a chi ci serve

Google AdWords resta ad oggi uno degli strumenti più efficaci per pubblicizzare online la propria attività e raggiungere potenziali clienti nel momento esatto in cui stanno cercando i tuoi prodotti o servizi; o per catturare la loro attenzione su temi e offerte affini alle loro abitudini di ricerca.

 Si tratta di una piattaforma che produce annunci pubblicitari - di differenti formati - a seconda di esigenze e obiettivi prestabiliti.

E’ uno strumento che può dare ottimi risultati ed è accessibile non soltanto a marketer esperti ma a chiunque necessiti di promuovere un’attività. Tuttavia è anche una piattaforma profondamente strutturata che richiede tempo, studio e competenze per ottimizzare al meglio l’account e le campagne a esso collegate.

Come creare la tua prima campagna AdWords

Di seguito qualche consiglio per realizzare le tue prime campagne su AdWords:

  1. Definisci gli obiettivi. Avviare una campagna AdWords senza avere le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere può rivelarsi inutile se non addirittura controproducente. E’ fondamentale infatti avere bene a mente cosa si vuole ottenere dalla campagna - più visite sul sito web, chiamate, download o altre tipologie di conversione - per ottimizzarla con criterio e non disperdere il budget.
  2. Separa la funzione “rete di ricerca” da quella “display”. Si tratta di due tipologie completamente differenti, spesso però erroneamente associate al momento della creazione di una campagna. Una campagna su “Rete di ricerca” mira a intercettare potenziali clienti nel momento in cui stanno effettuando delle ricerche specifiche e quindi già in una posizione più avanzata nel processo decisionale e “d’acquisto”. Quella display invece pubblica le inserzioni su siti e blog e queste devono catturare l’attenzione dell’utente che ha interessi affini.
  3. Organizza l’account. Come già accennato AdWords ha una struttura ben precisa che è necessario conoscere a fondo per poterla sfruttare compiutamente. Ad ogni account corrisponde un profilo di fatturazione e al suo interno è possibile costruire e avviare diverse campagne, a loro volta suddivise in gruppi di annunci. Il consiglio è di individuare un servizio o una categoria di prodotti per campagna e di suddividerla in gruppi di annunci a seconda delle sezioni presenti nel sito web.
  4. Analizza le Query di ricerca. Prima di selezionare le parole chiave degli annunci è importante riflettere sulle intenzioni di ricerca degli utenti e agire di conseguenza. Operare unicamente con parole chiave a corrispondenza generica se, da un lato, consente di ottenere più numeri di clic, dall’altro sottovaluta la pertinenza effettiva delle ricerche-utente, causando con ogni probabilità la diminuzione del tasso di conversione. Per la pianificazione delle parole chiave un tool interessante è Ubersuggest.
  5. Monitora l’andamento della campagna. Suggeriamo di analizzare approfonditamente i dati della campagna almeno ogni 7 giorni per valutare eventuali aggiustamenti o cambi di rotta.
    report
In conclusione

Seguire pochi ma fondamentali accorgimenti può determinare la buona riuscita di una campagna pubblicitaria su AdWords. Ma altrettanto importante è valutare tempo e risorse a disposizione per gestire in autonomia, e nel tempo, account e campagne.

 

 

Pubblicità retrò

Loading...